PRIMA “avant-garde”, si svela come un nuovo percorso di esplorazione attorno alla relazione tra cucina e living, tra il continuo intrecciarsi di funzioni, riti e bisogni del quotidiano. Il tempo scandisce i momenti del privato e della famiglia o quelli delle relazioni allargate, in un “continuum” di contaminazioni. “Compresenza spaziale” si potrebbe definire lo spirito, ormai finalmente radicato, di una casa aperta che non teme più di offrire prospettive informali, dove il mutare la percezione dello spazio non è più stravaganza da elite.

PRIMA AV reinterpreta ancora una volta il rapporto tra lo spazio operativo, funzionale e lo spazio di relazione e di rappresentazione, affermando i cambiamenti e al contempo rispettando i propri valori originali.

Un approccio progettuale ribaltato privilegia le dinamiche definite attorno ad isole e penisole. La cucina staccandosi dalle pareti si offre agli altri ambienti della casa generando nuove gerarchie e nuove relazioni spaziali. Dal basso come dall’alto una nuova architettura del contenere e del mostrare, “mette in luce” un confine virtuale che cela o svela ciò che avviene al di là.

PRIMA AV

DESIGN: PAOLO NAVA E FABIO CASIRAGHI

 

MODELLO SELEZIONATO

PER IL COMPASSO D'ORO ADI 2011

PRIMA AV
modello selezionato per il Compasso d'Oro ADI 2011




 

Scopri tutti i plus
del prodotto
Condividi
sui social network